Home page // Sistema // Pianificazione alimentare

Pianificazione alimentare

Una volta definito il proprio fabbisogno giornaliero relativamente a carboidrati, grassi e proteine è necessario prevedere una pianificazione alimentare per organizzare la propria giornata con il metodo Dieta Zero.

 
Nello specifico sono necessari tre step per la definizione del piano alimentare:

  1. Definizione della frequenza
  2. Determinazione della proporzione percentuale per ogni pasto
  3. Attribuire ad ogni pasto le corrette quantità
Definizione della frequenza

Nella progettazione del piano giornaliero è necessario partire dalla determinazione di quanti pasti, snack e/spuntini verranno effettuati durante la giornata. Dieta Zero impone un minimo di 4, ma la distribuzione ottimale prevede 5 pasti in modo da non lasciare l’organismo senza cibo per più di 6 ore (ad eccezione della notte).

Determinazione della proporzione percentuale per ogni pasto

Una volta definito il numero di pasti è necessario scegliere, sulla base delle abitudini alimentari di ciascun individuo e delle buone norme di logica, che percentuale di fabbisogno giornaliero associare a ciascun pasto.

Una suddivisione ottimale consigliabile è la seguente:
  

Colazione 20%, Snack mattutino 10%, Pranzo 30%, Merenda 10%, Cena 30 %

Attribuire ad ogni pasto le corrette quantità

Dopo aver definito le percentuali di fabbisogno totale per ogni pasto non resta che stabilire la quantità effettiva (grammi) di proteine, carboidrati e grassi da assumere nei diversi appuntamenti.

Per agevolare tale calcolo Dieta Zero propone il sistema dei decimi che consiste nel dividere i grammi di proteine giornalieri in 10 (ad esempio: fabbisogno proteico giornaliero pari a 90gr >> diviso 10 >> 9 grammi).

In questo modo il calcolo delle quantità risulta molto semplice poiché è sufficiente moltiplicare il singolo decimo per la percentuale scelta per ogni pasto.

Esempio:

- Colazione 20% --> 9 gr * 2 = 18 gr

- Snack mattutino 10% --> 9 gr * 1 = 9 gr

- Pranzo 30% --> 9 gr * 3 = 27 gr

- Merenda 10% --> 9 gr * 1 = 9 gr

- Cena 30% --> 9 gr * 3 = 27 gr
 

In relazione al fatto che la ripartizione viene operata con la regola (1/3 - 1/3 - 1/3) il dosaggio determinato per le proteine sarà replicato anche per carboidrati e grassi.