Home page // FAQ

FAQ

Riportiamo di seguito le risposte alle principali domande che possono nascere sui prodotti Zero o sul programma dietetico Zero.

 

Il programma Dieta Zero

 

Come funziona?

Per ottenere un dimagrimento unicamente a livello di tessuto adiposo, conservando la massa muscolare, si agisce sui tre elementi nutrizionali che compongono gli alimenti vale a dire i glucidi (zuccheri), i lipidi (grassi) e le proteine.

Durante la cura, si cerca di sopprimere tutti gli zuccheri nell’alimentazione, l'organismo si trova quindi privato del suo carburante principale e privilegiato ed è, quindi, obbligato a mettere in funzione un meccanismo che serve a fabbricare la sola sostanza capace di rimpiazzare lo zucchero all’interno del metabolismo.

Questa sostanza è prodotta a partire dal tessuto adiposo, è energizzante ed euforizzante.

Inoltre, riduce l’apporto dei grassi al minimo indispensabile, poiché bisogna allo stesso tempo ridurre l’apporto energetico al fine di aumentare il consumo del grasso immagazzinato.

E’, perciò, indispensabile proteggere la massa muscolare, poiché è molto più facile attingere energia dai muscoli: è per questa ragione che si raccomanda di associare delle proteine a questa dieta al fine di mantenere la massa muscolare.

 

Sono invitata a pranzo o a cena tutte le settimane, come posso fare?

Bisogna assolutamente scegliere il periodo più propizio ad una dieta prima di iniziarla.

Durante la prima fase, tutti gli sgarri saranno puniti dal vostro organismo con una non perdita di peso o con una leggera ripresa di peso.

Bisogna, quindi, assolutamente stare attenti affinché gli inviti possano essere compatibili con il buon andamento della vostra dieta.

Nel caso contrario, non otterrete mai i risultati attesi così rapidamente come accadrebbe invece se faceste la dieta come vi è stato consigliato.

 

Sono invitata...

…da degli amici. Se è possibile, spiegate loro che vi siete messa seriamente a dieta e che non potete permettervi degli sgarri per qualche giorno.

 In questo modo non si sentiranno offesi se scarterete alcol e vino, pane e prodotti contenenti fecola, salse e formaggi e preferirete un frutto alla torta di cioccolata fatta in casa.

Per l’aperitivo, chiedete un succo di pomodoro o un bicchiere d’acqua frizzante con una fettina di limone.

Durante il pasto, optate per un antipasto a base di verdura cruda o dei crostacei (senza maionese, né burro, né pane di segale), un piatto a base di carne o pesce con il suo contorno di verdure, del formaggio bianco o una macedonia di frutta.

Domandate con discrezione al cameriere di non aggiungere delle salse o di servirvele a parte.

 

Ci sono dei casi in cui la dieta non funziona?

Si, certamente, ma solamente se non si seguono correttamente i consigli della dieta, cioè si commettono degli sgarri, per esempio se si consuma un succo di frutta nell’arco della giornata e due prodotti lattieri, uno o due bicchieri di vino, una fetta di pane o se si diluiscono i preparati con del latte, ecc.

Sappiate che il regime è efficace anche su persone che soffrono di ipotiroidismo, ma a condizione che sia correttamente seguito.

 

Gli alimenti Zero

 

Qual è la composizione delle buste?

Le buste sono composte dal 65 all’80 % da proteine in base al preparato, per almeno il 10% da glucidi, dal 3 all’8 % da fibre e per almeno il 4% da lipidi.

Le proteine utilizzate sono delle proteine del latte, d’uova e di soia. In base ai gusti, le proporzioni tra le diverse proteine sono diverse, ma la qualità è sempre la stessa.

Noi abbiamo cura che tutti gli acidi aminati essenziali siano presenti in quantità sufficiente in modo che l’indice chimico dei nostri preparati sia superiore a 105.

I preparati sono arricchiti di vitamine e minerali, cioè di vitamineC,B3,B5,B6,Biotina, B12, A e E, e di calcio, fosforo, ferro, magnesio, potassio,sodio.

I gusti zuccherati non sono edulcorati all’aspartame bensi con il SUCRALOSIO.

I coloranti e gli aromi utilizzati sono naturali. Gli agenti di produzione (addensanti, antiagglomeranti) sono di tipo farina di semi di guar e gomma di xantana.

 

Come si preparano le buste?

Aggiungete la quantità d’acqua indicata nello shaker, poi la polvere. Chiudete, scuotete.

Riscaldate al microonde o a bagnomaria per i gusti che si consumano caldi, al forno per il pane di proteine, gli sformati salati,  in padella per le omelette e le crêpes.

Mettete gli sformati a raffreddare qualche minuto al fresco, i gelati nel congelatore.

 

Si può mescolare la polvere con il latte?

Normalmente, le buste sono ottime diluite nell’acqua. Se desiderate diluirle con il latte, scegliete quello scremato al½ ed eliminate i prodotti lattieri dalla dieta.

 

Quale differenza c’è tra un pasto sostitutivo e un preparato iperproteico?

Un pasto sostitutivo deve apportarvi l’energia e il nutrimento di un pasto completo, ovvero di circa 430 Kcal composto dal 25 al 30% di proteine, dall’8 al 20% di lipidi e dal 40 al 50 % di glucidi.

Un preparato iperproteico ha un apporto energetico dal 65 al 80 Kcal con un contenuto di proteine che va dal 65 all’80 % a seconda dei preparati, meno del 10% di glucidi, e meno del 4% di lipidi. Un preparato iperproteico non può in alcun caso essere utilizzato come pasto sostitutivo!

Allo stesso modo, fate molta attenzione a non consumare dei sostitutivi se seguite una dieta proteinica: sono troppo zuccherati per essere tollerati nella lista degli alimenti autorizzati.

 

Perché devo diluire la polvere nell’acqua e non nel latte?

Il latte contiene naturalmente dello zucchero: "il lattosio", fino al 5%.

Voi consumate 3 buste iperproteiche al giorno  questo significa che se diluite i vostri preparati nel latte, berrete almeno in media da 400 a 500 ml di latte, e conseguentemente assorbirete da 20 a 25 g di zucchero, che è troppo per questo tipo di dieta.

 

Amo cucinare.

Potete continuare a esercitare il vostro talento con le buste. Anche le buste possono essere adornate, presentate a vostro piacimento (fate riferimento alle ricette di Colomba). I soli limiti che dovrete rispettare sono degli ingredienti compatibili con le fasi del vostro regime e con la vostra immaginazione!

 

Ho una famiglia, non ho tempo di preparare 2 pasti diversi.

Durante la settimana, solitamente i vostri familiari pranzano tutti fuori casa. Vi consigliamo quindi di approfittare di questa occasione per consumare il vostro preparato Zero e mantenere per la sera il vostro pasto iperproteico.

In tal caso potete cucinare carne, pesce o uova con legumi a volontà per tutti, cotti senza grassi.

I vostri familiari completeranno il loro pasto con del pane o con un po’ di prodotti contenente fecola; al ,momento del dessert per voi uno yogurt o un formaggio bianco, qualsiasi tipo di formaggio per loro.

Nel week-end, gli altri vorranno un dessert. Preparate per loro una  mousse al cioccolato o domandate a uno di loro di prepararlo.

Per non abbattervi, preparate per voi un dessert al cioccolato al quale aggiungerete un bianco d’uovo montato a neve.

Così ci sarà qualcosa per tutti!

 

Ho l’abitudine di bere un succo di frutta a colazione.

Frutta e succhi di frutta contengono naturalmente dello zucchero. Se sentirete la mancanza del succo di frutta, prendete un preparato Zero alla frutta.

 

Non faccio mai colazione…

…ed è proprio un peccato. E’ proprio in questo momento della giornata che noi bruciamo meglio gli alimenti che ingeriamo ed è proprio la colazione che aiuta ad evitare di cadere in tentazione a fine mattina e i colpi di stanchezza in mattinata e nel tardo pomeriggio.

Di sera, preparate già la caffettiera e la tazza. Quando vi alzate, bevete un bicchiere d’acqua fresca.

Il tempo di fare un po’ di stretching, la vostra toilette mattutina e la fame arriverà. L’appetito non vuole arrivare? Allora portate con voi il vostro preparato Zero e bevetelo nel corso della mattinata.

 

Quanto tempo dura questa dieta?

 
La dovrò fare per tutta la vita?

No, rassicuratevi, se seguite bene la fase di mantenimento ed adottate i nostri consigli di equilibrio alimentare, una volta che avete perso il peso che desideravate perdere, sicuramente conserverete la vostra silhouette.

 

Quanto tempo dura la dieta?

Questo dipende dal peso che desiderate perdere e dalla reazione del vostro organismo; con una cura standard, certe persone perdono 4 chili durante la prima settimana, poi da 1 a 1,5 chili a settimana.

Tuttavia, è certo che la cura Flash (3+3+3) permette di perdere circa 3 chili in soli 9 giorni.

Non è sempre possibile evitare certi sgarri soprattutto in certi momenti come a Natale, in questo caso vi basterà iniziare una cura Flash a partire dalla fine delle festività per ritrovare la linea.

 

Esistono dei rischi di ripercussione sulla salute?

 

Ho mal di testa.

E’ normale. E’ a causa dei corpi chetonici che provengono dal consumo delle vostre riserve di grasso. Sono la prova che la vostra dieta funziona. Questo mal di testa può durare qualche giorno, il tempo che il vostro organismo si adatti alla loro presenza.

 

Ho paura di sentirmi stanca e di avere fame.

I preparati Zero sono elaborati con delle proteine di buona qualità, arricchiti di vitamine. Essi coprono i vostri bisogni quotidiani senza che il vostro corpo debba attingere alle sue riserve.

Peraltro, il protocollo della dieta proteica, se ben seguito, trasforma, a partire dal 3° giorno di cura, i vostri grassi di riserva in composti chiamati corpi chetonici.

Questi ultimi servono come fonte di energia alle vostre cellule.

Essi procurano una sensazione di ben essere e hanno un effetto taglia-fame che si aggiunge a quello delle proteine. Non risentirete né di fatica, né di fame da lupo.

 

Può provocare irregolarità al mio ciclo mestruale?

Assolutamente no, non ha alcuna incidenza sul ciclo mestruale.

 

Può diminuire il mio tasso di fertilità?

No, non ha alcun effetto sul tasso di fertilità.

 

E’ pericoloso per il mio organismo?

No, affatto. I preparati iperproteici non sono né delle medicine, né degli anoressantii.

Questa dieta si basa su dei meccanismi fisiologici e sul principio dell’ipocaloria, non viene aggiunto nulla, né si tratta di una sostanza che farà dimagrire.

Tuttavia, come per tutte le diete, è consigliato di seguire i consigli di un dietologo per gli obiettivi di perdita superiori ai 4 kg e di consultare un medico per tutte le cure che prevedono la perdita di più di 10 kg. Inoltre, non è consigliabile proseguire la fase di dimagrimento per più di 6 settimane senza consiglio medico.

 

Soffro di colesterolo e di diabete di tipo II (non insulinodipendente).

La dieta proteinica è, anche in questo caso, molto adatta. La perdita di peso rapida vi aiuta a normalizzare i vostri valori del colesterolo e di trigliceridi o la vostra glicemia.

 

Sono in menopausa.

La menopausa modifica il corpo: aumento di peso, scioglimento dei muscoli, perdita di tonicità, attacchi di fame o un appetito più forte.

La dieta proteinica Zero, in particolare la sua gamma vegetale, risponde alla vostra preoccupazione.

Essa vi aiuterà a perdere i vostri kili superflui, renderà più tonici i vostri tessuti e ridurrà le vampate di calore, migliorando la circolazione sanguigna e riducendo l’irritabilità.

Grazie alle proteine, avrete meno attacchi di fame.

Dopo che avrete finito la vostra dieta, tenete sempre qualche busta sotto mano, per soddisfare una vostra voglia improvvisa.

 

Devo continuare a praticare dello sport durante la cura?

La pratica di uno sport favorisce lo scioglimento dei grassi e lo sviluppo dei muscoli. Dimagrirete più velocemente. Al contrario non fissatevi con l’ago della bilancia.

Poiché i muscoli sono più pesanti del grasso, l’ago della bilancia potrebbe flettersi poco verso sinistra. Misuratevi il giro vita, le natiche, le cosce e vedrete la differenza. Non cercate di aumentare le vostre performances sportive, ma solo di mantenere un allenamento da crociera.

Assumete una barretta o un preparato Zero un'ora prima della vostra sessione di allenamento. Se siete in fase di transizione, consumate delle tagliatelle Zero al pasto che segue.

 

Gli alimenti vietati

 

Ci sono degli alimenti che non potrò più mangiare?

Durante la cura sì, ma in seguito potrete mangiare di tutto in modo moderato e rispettando le regole dell’equilibrio alimentare se desiderate non riprendere peso.

 

Dimagrirò lo stesso anche se consumo delle buste in più di quanto è precisato?

Sì! L'energia apportata dalle buste è quella delle proteine e non può essere immagazzinata (l’organismo non sa immagazzinare le proteine, da questo deriva la necessità di doverne consumare ogni giorno).

E’ anche raccomandato di assumere una busta supplementare in caso di fame o se vi viene voglia di fare degli sgarri. Attenzione a non superare la dose di 6 - 7 buste per più giorni di seguito senza consiglio medico.

 

Dieta e smettere di fumare

 

Posso associare la dieta e lo smettere di fumare?

Sì, questo vi permetterà di evitare di prendere del peso come generalmente capita quando si smette di fumare.

 

È efficace per eliminare i chili presi quando si smette di fumare?

Sì, molto! Per alcuni dei nostri utilizzatori, questa dieta è stato il solo regime che si è rivelato efficace.

 

La perdita di peso

 

Qual’è la perdita di peso settimanale?

In media si osserva una perdita che va da 1 fino a 1,5 Kg alla settimana per una donna e di 1,5 fino a 2 Kg per un uomo. Ciononostante, si sono potuti riscontrare dei risultati più rapidi in base all’età, al metabolismo basale, alle abitudini alimentari prima della dieta, al peso da perdere, e al tempo da quando i kili sono stati assunti.

 

Quanti chili perderò in una settimana?

La perdita di peso media è da 1 a 4 kg e dipende da un certo numero di fattori:

  • Il sesso: un uomo perderà peso più velocemente di una donna. Poiché è più muscoloso, brucia più calorie.
  • L'eccesso ponderale iniziale: più peso avete da perdere, più velocemente lo perderete nei primi giorni. Sono gli ultimi kili, che sono i più difficili da delocalizzare.
  • L'età: con gli anni, una perdita di massa muscolare è quasi ineluttabile. Meno muscoli, più tessuto grasso fanno sì che il corpo consumi meno energia di un corpo più giovane, persino durante il riposo. A dieta, esso è meno reattivo ad una restrizione calorica di quello che invece è un corpo di 25 anni. Tuttavia questo regime ha il beneficio di mantenere i muscoli e quindi di opporsi al processo naturale di scioglimento dei muscoli.
  • Il numero delle diete seguite: più avete sottomesso il vostro corpo ad una restrizione alimentare, più esso si ribella. E’ meglio affrontare un aumento di peso iniziale, piuttosto che aspettare che si sia ben installato.

 

È normale che, una volta raggiunta una certa perdita di peso, non riesco a perderne ancora?

Sì. La curva della perdita di peso non è mai una linea dritta che scende regolarmente. Voi non potete perdere lo stesso peso tutti i giorni o tutte le settimane. Bisogna lasciare al vostro organismo un tempo d’adattamento.

Inoltre, i primi kili che perderete sono i meno assimilati e quindi i più facili da eliminare; per i seguenti, è necessaria una vera e propria reazione di mobilizzazione delle riserve di grasso.

Sappiate anche che, più dimagrite, più vi muovete, questa è una cosa istintiva, e ciò implica anche che lentamente aumentate la vostra massa muscolare. Il muscolo è un tessuto pesante, pesa molto di più sulla bilancia del tessuto grasso.

Spesso succede, soprattutto se si pratica un po’ di sport, che, in certi periodi, si perdono più centimetri che kili. E’ dunque molto più importante misurarsi regolarmente piuttosto che pesarsi e non è raro constatare, spesso, che anche se il peso stagna, la linea si affina.

 

Non riesco a perdere peso.

  • Seguite attentamente il protocollo? Niente frutta, né succhi di frutta, né pane o biscotti, né aperitivo, né caramelle o chewing-gum con zuccheri..
  • Sono sufficienti pochi sgarri per impedire lo scatto che dà inizio al processo dimagrante..
  • Forse assumete dei farmaci che contengono dello zucchero, dei corticoidi….parlatene al vostro farmacista.
  • Siete in periodo premestruale. La ritenzione d’acqua che si produce in questo periodo maschera la perdita di peso. In tal caso prendete un drenante, senza zucchero, o attendete l’arrivo delle mestruazioni. Constaterete allora, dopo il ciclo mestruale, che siete effettivamente dimagriti.
  • Praticate dello sport. Le proteine Zero favoriscono lo sviluppo dei vostri muscoli. Questo tessuto muscolare, pesando di più del vostro tessuto grasso, maschera lo smaltimento del tessuto grasso. Misuratevi e osserverete che avete qualche centimetro in meno.
  • Soffrite, forse, di sbalzi ormonali, ipotiroidismo, secrezione di iperinsulina, perimenopausa… Parlatene al vostro medico di base o ad uno specialista.
  • Avete seguito numerose diete. Il vostro corpo resiste. Proseguite la cura fino alla fase della stabilizzazione. Fate attenzione alla vostra alimentazione per 3 settimane, poi ripetetela di nuovo. Il dimagrimento inizierà progressivamente.

 

Riprenderò il peso perduto?

Rispettate bene le diverse fasi di transizione e di stabilizzazione, così come la durata, ovvero il numero di giorni per i quali devono essere seguite.

Imparate nuovamente a mangiare in modo equilibrato seguendo i nostri consigli del dopo dieta e compensate i vostri piccoli sgarri con una giornata di fase con 3 buste.

Vedrete, che non riprenderete il peso perduto.

 

Una volta finita la dieta, riprenderò il peso perso?

Con la cura Zero, conserverete la vostra massa muscolare e perderete solo la massa grassa.

Questi muscoli vi aiuteranno a stabilizzare il vostro nuovo peso forma. Mai voi dovrete ugualmente conservare le abitudini alimentari che avete acquisito durante la cura.

Per esempio, dovrete consumare dei legumi a pranzo con la carne, pesce o legumi secchi più una pozione di formaggi; della fecola la sera, uno yogurt, un frutto, dissociare, cioè i prodotti contenenti fecola e le sostanze grasse.

Evitate gli spuntini nel corso della giornata. Quando avete fame, fate una vera e propria merenda: uno yogurt e un frutto, una barretta o un preparato Zero.

Non siate sedentari. Iscrivetevi a un corso di ginnastica o di nuoto, camminate nel weekend, andate in bicicletta.

Se stancandovi, si riduce la voglia di mangiare, questa sensazione vi procura anche un conforto fisico e morale.

Più moto farete e più ne avrete voglia, lo sport è da praticare senza moderazione!

 

Le tentazioni passeggere

 

È grave se, di tanto in tanto, mi concedo un piccolo sgarro (un bicchiere di vino, un dolcetto)?

La dieta di risparmio proteico non sopporta alcuno sgarro, perché si basa su un meccanismo psicologico, quello dell’acetosi, cioè la reazione causata dalla mancanza dello zucchero.

Se voi reintroducete dello zucchero o dell’alcol nella vostra razione, voi rompete questo meccanismo dell’acetosi, e, quindi, interrompete il dimagrimento per i successivi 3 giorni.

Inoltre, l’acetosi produce un sostituto dello zucchero, che viene prodotto e liberato nel sangue in modo regolare ed è quello che vi impedisce di sentire la fame o di avere degli attacchi di fame.

Se voi interrompete questa acetosi, la voglia di zucchero e la fatica ipoglicemica riappariranno e questa volta avrete bisogno di fare uno sgarro alla dieta.

Sarà senza dubbio molto difficile, in quel momento, trovare la volontà di resistere e rischierete, quindi, di arrestare gli effetti della dieta e di ridurre tutti i vostri sforzi finora fatti a niente!

 

Faccio uno sgarro alla dieta.

Peggio per voi, se sgarrerete il vostro processo di dimagrimento si bloccherà e bisognerà riavviarlo. Ciò allungherà la vostra dieta di 2 o 3 giorni, in base all’importanza dello sgarro.

Se siete nella fase dimagrante, riprendetela nello stesso momento in cui l’avete interrotta, e prolungatela di 2 o 3 giorni.

Se siete in fase di transizione o di stabilizzazione, fate una cura flash di 2 giorni. Poi ritornate alla vostra fase.

 

Sono goloso/a e amo moltissimo i dolci.

I preparati Zero propongono una vasta scelta di preparati zuccherati che sapranno certamente soddisfare le vostre voglie e, per quanto riguarda il contenuto calorico, non sono più calorici di quelli con gusto salato.

Essi vi saranno ugualmente utili dopo aver finito la vostra dieta, ogni volta che sentirete il bisogno di mangiare un dolcetto, in questo modo soddisferete le vostre piccole voglie senza perdere il beneficio della cura fatta.

 

Questa dieta si può fare a qualsiasi età?

E’ sconsigliato fare seguire questo tipo di regime a un bambino o a un giovane adolescente, per i minori in generale, è preferibile consultare un medico o un dietologo.

Per quello che riguarda le persone anziane in buona salute, non esiste un rischio conosciuto nel seguire questa dieta, ciononostante, una volta superati i 65 anni, è preferibile chiedere consiglio a un medico.